Il festival

2020

Festival nazionale
dei vini ancestrali
e rifermentati
in bottiglia

Inconfondibile è il festival nazionale che celebra i vini ancestrali e rifermentati in bottiglia (col fondo, sur lie) e i loro interpreti, produttori orgogliosi di presentare piccoli capolavori e di raccontare grandi storie.

Una rassegna interamente dedicata a queste secolari tecniche produttive. Vini frutto di una viticoltura rispettosa dell’ambiente e di altrettanto delicate tecniche enologiche, incredibilmente versatili nell’abbinamento con il cibo e dotati di una straordinaria capacità evolutiva. Facili da bere ma tutt’altro che banali.

Oggi potremmo definirli “resilienti”, capaci di riproporre la loro anima artigianale e il loro carattere profondamente genuino. Un racconto di abbandono e di riscoperta, di tradizione e di futuro. Un intreccio virtuoso di terra, dialetto, cultura contadina. Protagonisti dell’evento saranno loro, i produttori: autori che sono rimasti fedeli a questo mondo anche quando il mercato guardava altrove, oppure giovani esordienti che ne inseguono le gesta.

Inconfondibile vuole essere una festa di profumi e sapori, di storie e relazioni, tra banchi d’assaggio e degustazioni guidate.
Ma sarà anche una mostra mercato, occasione imperdibile per acquistare i vini direttamente da chi li produce.

Vi aspettiamo!

Sabato 25, Domenica 26 e Lunedì 27 aprile 2020

Opendream (ex Pagnossin) – Treviso

Sabato: dalle 12.00 alle 20.00
Domenica: dalle 10.00 alle 20.00
Lunedì: dalle 10.00 alle 17.00

01

chi siamo

Inconfondibile è organizzato da Edimarca sas ed è stato concepito da un gruppo di lavoro capitanato da Giampaolo Giacobbo e Massimo Zanichelli, i due più profondi conoscitori dello scenario italiano dei vini ancestrali e rifermentati in bottiglia.

02

Partner

Partner tecnici

Edizione 2020

Inconfondibile vuole essere una festa di profumi e sapori, di storie e relazioni, tra banchi d’assaggio e degustazioni guidate. Ma sarà anche una mostra mercato, occasione imperdibile per acquistare i vini direttamente da chi li produce